Inserendo il codice sconto a carrello riceverai uno sconto di 15€ su una spesa minima di 100€ - Ritiro gratuito in negozio

Consigli per un picnic perfetto

26 mag 2019

L’arrivo della primavera porta con sé voglia di uscire e godere del bel tempo. Quale modo migliore di immergersi nella natura che si risveglia se non organizzando un picnic? Il picnic riunisce tutte le cose che più amiamo della stagione: piatti freschi, frugalità e buona compagnia.

Quali sono gli elementi che rendono un picnic un successo?

- Lasciate a casa stoviglie in ceramica o vetro: piatti, posate e bicchieri di plastica sono la scelta migliore per portare con sé meno peso possibile in completa sicurezza; scelte leggere e usa e getta vi permetteranno di spostarvi in tutta comodità e muovervi senza carichi una volta finito il pasto.

- Non rischiate di trovare pietanze schiacciate o borsa e sacchetti sporchi: optate per contenitori salva freschezza, facilmente impilabili, rigidi e indeformabili, perfetti per mantenere intatto qualunque cibo contenuto; se dotati di chiusura ermetica, tengono sughi e liquidi al sicuro e preservano gli aromi e la temperatura.

- La tradizione vuole che il picnic si svolga a terra, che sia su un lungo lago, in un prato o persino sulla spiaggia. I più previdenti sapranno attrezzarsi con un telo impermeabile: un tessuto plastificato proteggerà dall’umidità del terreno, inevitabile nella stagione primaverile, ma renderà anche la tovaglia a prova di macchia.

- Che cosa state organizzando: un appuntamento a due o una gita con gli amici? Ogni occasione è diversa e implica la scelta di trasporto più consona: una borsa frigo è capiente e comodissima, spesso provvista di tracolla; il cestino in vimini è una scelta più romantica, legata all’immaginario più poetico del picnic.

Ora che conoscete tutti i migliori consigli per un picnic da sogno non vi resta che scegliere il menu, sfizioso ma leggero, e organizzare giochi e attività che vi permettano di portare il ricordo di questa giornata con voi per tutto l’inverno.

Written by Elena Garbagnati

Vivo in due mondi: il primo mi trova a giocare con il mio cagnolone, pianificare viaggi e riempire fogli di parole e scarabocchi; il secondo mi ha accolto da bambina con le prime storie della buonanotte e mi ospita ancora oggi con romanzi e serie tv. Quando abito in uno troppo a lungo l’altro mi richiama a sé, permettendomi di mescolare continuamente realtà e fantasia.

Lascia un commento