Inserendo il codice sconto a carrello riceverai uno sconto di 15€ su una spesa minima di 100€ - Ritiro gratuito in negozio

Torta mimosa: l'hai provata dolce, ma salata?

17 giu 2016

torta mimosa Il mio modo di augurare una piacevole Festa della Donna a tutte le lettrici del blog di Kasanova non poteva essere che legato a una ricetta gustosa e a qualche informazione sulle tradizioni culinarie della nostra straordinaria terra. Sono certa che almeno una volta nella vita tu abbia visto o assaggiato la celebre torta mimosa, che nella forma ricorda i bellissimi fiori d'acacia gialli, simbolo della primavera e di questa giornata internazionale nata per celebrare - almeno storicamente - l'emancipazione femminile. La torta mimosa classicamente conosciuta è dolce, fatta di soffice pan di Spagna e farcita con crema pasticcera o crema Chantilly all'italiana. Farla in casa è molto semplice e anche se sei alle prime armi, il risultato ti darà una grande soddisfazione sia in termini di gusto che di estetica. Se sei curioso di sapere come si fa, ecco subito la ricetta.

Torta mimosa classica: dolce e con la crema Chantilly

Prima di parlare della variante salata della torta mimosa voglio darti la ricetta di quella classica così che tu possa onorare giustamente questa giornata con una creazione fatta in casa, molto bella da vedere e altrettanto golosa. Dovrai preparare due pan di Spagna: con uno realizzerai la torta vera e propria, farcito con la crema, l'altro ti servirà per la decorazione. Andiamo per ordine. pan di spagna Per il pan di Spagna: 

  • 4 uova intere
  • 8 tuorli d'uovo
  • 200 gr di farina
  • 250 gr di zucchero
  • 40 gr di fecola di patate o Maizena

Come in tutte le torte dolci, amalgama lo zucchero sbattendolo nelle uova intere, usando un frullatore o una planetaria per almeno 15 minuti. Lo zucchero deve sciogliersi bene: quanto più monti il composto, tanto più verrà morbida e ariosa la torta. Quando il composto è ben amalgamato e gonfio unisci gli altri tuorli e poi, poco alla volta, con una spatola, la farina e la fecola. È importante che il composto di uova e zucchero non smonti, quindi segui la solita regola dei movimenti circolari, dal basso verso l'alto. Una volta realizzato il composto, versalo in uno stampo per torte, imburrato e infarinato, del diametro di 20/25 cm circa. La restante parte puoi versarla in uno stampo di qualunque dimensione, ti servirà solo per la decorazione. Inforna per 30 minuti circa a 180°.

Per la crema Chantilly (all'italiana) La Chantilly classica è fatta solo di panna, ma quella all'italiana è straordinariamente golosa perché risultante dal mix di crema pasticcera e panna montata: una vera delizia. Ecco cosa ti occorre per prepararla:

  • Mezzo litro di latte (preferibilmente intero)
  • 150 gr di zucchero
  • 6 tuorli d'uovo
  • 50 gr di farina
  • 250 ml di panna fresca da montare
  • vaniglia (preferibilmente in baccello)

montare la panna Innanzitutto monta la panna aggiungendo un po' di zucchero a velo per dolcificarla e una volta ben ferma mettila in frigo a riposare. Ora dovrai preparare la crema pasticcera e per farlo scalda il latte in un pentolino e, prima che raggiunga il bollore, aggiungi la vaniglia e spegni il fornello. A parte, con la frusta, sbatti i tuorli d'uovo con lo zucchero e poi versa lentamente il latte nel composto. È importante che il latte sia tiepido, e non bollente, perché altrimenti le uova tenderanno a cuocere troppo in fretta creando dei grossi grumi. Ora rimetti tutto sul fuoco, avendo cura di tenere la fiamma bassa. Continua a mescolare e in una decina di minuti la crema dovrebbe iniziare ad addensarsi. Quando raggiunge la consistenza giusta, spegni. Lascia che la crema raffreddi. Quando sarà fredda mescola bene in modo che diventi omogenea e lucida (raffreddando si potrebbe creare una "pellicina" superficiale più soda che va via mescolando) e poi mescola alla crema la panna montata ricordandoti sempre di farlo con una spatola con movimenti lenti, dal basso verso l'alto. La Chantilly è pronta!

Farcire la torta mimosa e realizzare la copertura di "fiori" Ora è il momento di farcire la tua torta mimosa, realizzando la tipica guarnizione. Prendi il pan di Spagna destinato a fare da base alla torta ed elimina la parte più scura, con l'aiuto di un coltello da prosciutto (detto anche salmon slicer) e poi dividi il pan di Spagna in due dischi.  L'altro pan di Spagna dovrai ridurlo in cubetti del lato di mezzo centimetro circa. Tieni da parte tutti gli ingredienti e inizia a farcire. Se hai un anello tagliatorte regolabile (di quelli da pasticcere) potrai rendere il taglio e la farcitura più veloci e precisi, altrimenti procedi pure in modo tradizionale. Poni il primo disco su un piatto da dolce e spennellalo con una bagna di acqua, zucchero e liquore (puoi scegliere quello del quale ami l'aroma. Bene il Rum, il Cointreau, ma puoi provare anche un Whisky, magari di quelli aromatici, per dare un profumo più deciso). Non esagerare con la bagna altrimenti il pan di Spagna si romperà. Ora procedi facendo uno strato di crema Chantilly con l'aiuto di una spatola. Ripeti questa operazione con il secondo disco che avrai poggiato sopra il primo (ed eventualmente con il terzo). Togli il disco d'acciaio e ricopri tutto l'esterno della torta, compresi i lati, con la crema avanzata e poi usa i cubetti di pan di Spagna per creare la decorazione, semplicemente facendoli aderire disordinatamente alla torta. La crema li terrà ben attaccati. Fai riposare in frigo e poi servi.

Torta mimosa salata: una sorpresa originale

verdure sottolio La ricetta della torta mimosa salata l'ho "rubata" a un'amica che gestisce un catering gourmet. È una ricetta sorprendente perché ha l'aspetto estetico di una torta dolce, ma nasconde all'interno un cuore saporito, perfetta per un antipasto oppure come secondo piatto leggero. Procurati questi ingredienti:

  • 2 confezioni di pane per tramezzini o pan brioche
  • maionese
  • senape
  • yogurt bianco non zuccherato
  • 3 uova

Ora puoi fare man bassa nel frigo e in dispensa tirando fuori tutto quello che può essere usato in un panino: salumi, formaggio, sottaceti, sottolio, tonno, salmone affumicato, petti di pollo... andrà bene qualsiasi cosa ti piaccia perché quello che dovrai realizzare sarà una sorta di grande panino a strati farciti in modo diverso e fantasioso. Aiutati con un disco tagliatorte e disponi il pane per tramezzini (o il pan brioche privato della crosta) in modo da formare un cerchio. Taglia le parti eccedenti aiutandoti con un coltello ma procedi delicatamente senza schiacciare il pane. Ora distribuisci un velo di maionese mista a senape sul disco e poi farcisci a tuo piacere, evitando di bagnare troppo: la cosa migliore è scolare con attenzione gli ingredienti sottolio e sottaceto. pane in cassetta Procedi nello stesso modo a strati: puoi divertirti alternando la farcitura. Poni l'ultimo strato di pane in alto, fai una leggera pressione per compattare e poi togli il disco d'acciaio. Adesso, con la maionese, ricopri tutta la torta mimosa salata che non avrà ancora l'aspetto del celebre fiore. Prepara le uova sode e poi sbucciale, dividendo gli albumi dai tuorli. Con l'aiuto di un colino a maglie larghe schiaccia i rossi delle uova sulla torta, a formare un rivestimento simile a quello della classica torta mimosa. A parte schiaccia i bianchi e con questi ricopri i lati esterni della torta lasciando che si attacchino naturalmente alla maionese. Ora sei pronta per servirla in tavola e per tagliarla fa' pure come se si trattasse di una torta dolce: sarà una sorpresa deliziosa per i tuoi ospiti.

L'anello tagliatorte per la tua torta mimosa

anello tagliatorte   

Written by Lisa De Leonardis

Sono giornalista, ma dedico la vita lavorativa al marketing del cibo e del vino. Sono cresciuta nella meravigliosa campagna abruzzese tra carciofi, fave e pomodori, ma amo la cucina internazionale, specie quella orientale. Su questo blog mi occupo di scrivere e gestire i contenuti sulla cucina. www.lisadeleonardis.it

Lascia un commento